Questa guida dedicata al mondo del forex nasce dalla volontà di creare una risorsa gratuita e disponibile a tutte le persone che cominciano un percorso di investimento. Una delle difficoltà maggiori che scoraggia molte persone è proprio la formazione, ossia la mancanza di conoscenze specifiche in questo ambito particolare. Il forex è un mercato di investimento estremamente liquidi e interessante dal punto di vista del profitto, ma necessita anche di un approccio professionale.

forex home

Non si può pensare di svegliarsi una mattina e di cominciare a fare trading sulle valute. Ci vuole studio, preparazione tecnica e molta esperienza. Il tutto fa parte di un percorso specifico. Con questo sito il nostro obiettivo è quello di creare una risorsa gratuita e fruibile da tutti così da dare l’input necessario per muovere i primi passi in questo complesso mondo! Un percorso fatto di sacrificio e difficoltà ma, anche , di grandissime soddisfazioni economiche.

Il Forex intorno al mondo

Grazie ad internet ed ai broker di trading online, i trader possono avere accesso con estrema facilità ai mercati finanziari di tutto il mondo e attraverso il Forex si possono piazzare gli ordini su una grande quantità di coppie valutarie internazionali. Si tratta di un mercato che veicola liquidità impressionanti, grazie al fatto di essere operativo 24 ore su 24. Questo non significa che i mercati nazionali siano sempre operativi lungo tutta la giornata: anche le Borse, così come tutti gli esercizi commerciali, chiudono ed aprono ad un orario definito. Ciò che caratterizza il Forex è tuttavia la globalità degli scambi di moneta, che interessa piazze sparse in tutti i continenti e che consente di operare senza interruzioni.

Per fare un esempio, quando nella Borsa di Zurigo sono le 15:30, sono contemporaneamente attive anche le Borse dei mercati americani di Chicago e New York e quella canadese di Toronto, dove sarà iniziata la sessione mattutina. Verso est invece si potrà operare in sincronia con la Borsa di Mosca, mentre quelle situate ancor più a oriente, come la Borsa di Hong Kong, saranno ancora chiuse. Il mercato asiatico infatti apre con 8 ore di anticipo rispetto a quello europeo, mentre la prima Borsa ad aprire i battenti è sempre quella della Nuova Zelanda, che inizia le trattative con 13 ore di vantaggio rispetto al vecchio continente.

Un trader italiano dotato di energie inesauribili potrebbe quindi operare continuamente sulla piattaforma del Forex, negoziando in Europa dalla mattina (le Borsa di Londra apre per prima) fino al pomeriggio (Piazza Affari chiude alle 17:30) per poi dedicarsi al mercato americano, che sarà attivo anche la sera italiana, e poi cimentarsi con quello asiatico e del pacifico durante la notte. Si capisce quindi perchè il Forex riesca ad attrarre somme miliardarie: il denaro non dorme mai.

È opportuno sapere che cos’è il forex e che esistono dei programmi specifici che permettono di individuare in una mappa le zone geografiche a maggiore intensità di transazioni valutarie: si tratta di software che potrebbero rivelarsi utili per intervenire con il Forex sulle valute potenzialmente più proficue con posizioni lunghe o corte, al fine di assicurarsi dei profitti interessanti. A questo va aggiunto che il forex richiede, anche, una buona dose di autocontrollo, ossia del saper gestire lo stress che questa attività costante comporta. Attualmente esistono anche dei corsi che permettono di migliorare questo aspetto e ci sono moltissimi trader pronti a giurare di aver tratto enormi benefici, in fatto di maggiori guadagni, dalla corretta gestione delle emozioni.

Come usare i canali nel Forex

forx home3Chi opera con le valute internazionali sul Forex è abituato ad utilizzare diverse strategie, con le quali si cerca di anticipare gli andamenti dei mercati, aprendo delle posizioni lunghe o corte a seconda delle aspettative. Una tecnica usata spesso dai treder prevede l’applicazione dei canali (o “channels” in inglese) a visualizzazioni grafiche, per individuare le tendenze del prezzo di un asset valutario.

Osservando l’andamento della quotazione di un cross su un piano cartesiano, si potrà notare una linea segmentata dall’andamento che agli occhi di un novizio appare caratterizzato da irregolarità e da movimenti casuali, a volte verso l’alto e altre verso il basso. L’occhio più allenato di un negoziatore esperto potrà invece individuare delle regolarità, che rivelano lo sviluppo di tendenze specifiche. Quando si verifica una fase rialzista, si potrà notare che, sebbene l’andamento del prezzo della coppia sia soggetto ad oscillazioni, il tratto segmentato tenderà a salire, e si potrà disegnare sopra il grafico una sorta di corridoio, dove una retta diagonale inferiore rappresenterà il livello di supporto, mentre quella superiore il livello di resistenza.

Sebbene questa tecnica non possa garantire una certezza assoluta di previsione degli scenari finanziari, se correttamente applicata consentirà di individuare un’area all’interno della quale si posizioneranno gli andamenti del prezzo della coppia valutaria nel futuro immediato. Il trader potrà quindi decidere di entrare nel mercato aprendo una posizione lunga, allorquando il valore della coppia avrà raggiunto la base inferiore del canale, in quanto si potrà verificare un rapido “rimbalzo” verso l’alto, fino a raggiungere il livello di resistenza, che corrisponde al soffitto del corridoio. Una volta che la quota raggiunge questo livello, sarà opportuno chiudere l’operazione, poiché con molta probabilità si avvierà una ribasso. Ovviamente le quotazioni non permarranno all’interno del canale indefinitamente: sarà possibile uno sconfinamento al di fuori del corridoio, e questo potrebbe essere il segnale di un punto di rottura che inizierà un’eventuale inversione di tendenza.

L’utilizzo dei canali per l’elaborazione di strategie comporta il possesso di competenze specifiche, come l’abilità di lettura dei grafici, la comprensione dei livelli di supporto e resistenza e la loro combinazione con altri strumenti di analisi tecnica forniti dalla piattaforma.

Casualità e causalità nel Forex

I detrattori del trading online tendono a definire gli andamenti delle quotazioni degli asset come totalmente imprevedibili: risulta quindi inutile dedicare del tempo alle analisi degli scenari finanziari, in quanto i prezzi si comportano in maniera arbitraria e casuale. La conseguenza più diretta di questa linea di pensiero è che qualsiasi profitto realizzato con le piattaforme derivi da evenienze fortuite, sulle quali non si ha né alcun controllo, né alcuna possibilità di previsione basata su strumenti razionali.

Chi invece fa dell’attività con le interfacce una professione, riconosce che nel trading operino dei principi ben definiti, che possono essere studiati al fine di prevedere ed anticipare lo sviluppo delle tendenze sui mercati. È proprio grazie a queste operazioni che sarà possibile ottenere dei guadagni in maniera costante e regolare, senza doversi affidare alla fortuna o all’improvvisazione.

Se è vero che la componente dell’imprevidibilità interessi anche il mercato azionario e quello dei cross valutari, è anche inopinabile il fatto che l’andamento delle quotazioni monetarie risponda alle leggi della domanda e dell’offerta, che caratterizzano le monete così come qualsiasi asset quotato nelle Borse. In particolare, nel mercato valutario una maggiore concentrazione di liquidità in una valuta è indice di solidità del paese che la utilizza, in quanto questo riesce ad attrarre maggiore interesse per potenziali investimenti. È altrettanto vero che le valute possono essere anche oggetto di attacchi speculativi che alterano i mercati globali e che pertanto devono essere interpretati con altre cornici teoriche.

Relativamente alle continue oscillazioni delle quotazioni azionarie, si tende spesso a compiere l’errore di associare l’imprevedibilità di queste con una loro presunta casualità. Alcuni studi hanno infatti dimostrato come il principio del famoso “effetto farfalla” trovi applicazione anche nei mercati finanziari: si tratta di una tesi creata originariamente in ambito meteorologico (che prende il nome di teoria del caos), secondo la quale un battito di ali di una farfalla in Giappone è in grado di causare un tornado in Texas. Questo si verifica nei cosiddetti sistemi complessi, che risultano estremamente sensibili alle più piccole variazioni delle variabili in gioco. Nel settore economico-finanziario i fattori che determinano le quotazioni sono pressochè infiniti, ed è per questo che è così difficile anticipare i trend e riuscire a tracciare dei modelli regolari in contesti che sembrano invece regolati dal caso.

Analisi tecnica e fondamentale nel Forex

forex home2Riuscire a leggere gli scenari finanziari mentre sono ancora in divenire è essenziale nel trading online. In questo modo infatti si potranno anticipare gli andamenti delle quotazioni delle coppie valutarie sulle quali si intende operare, aprendo le posizioni più idonee per realizzare dei profitti o individuando il momento propizio per uscire dai mercati, massimizzando le entrate. A tal fine, il trader potrà avvalersi degli strumenti di analisi che verranno forniti dal broker, che comprendono le funzioni di analisi tecnica e di analisi fondamentale.

Agli strumenti di analisi tecnica appartengono grafici, funzioni e software che cercano di scorgere delle regolarità e delle ciclicità nell’andamento apparentemente irregolare delle quotazioni dei cross. Alla base di questa modalità interpretativa del contesto finanziario sta l’idea secondo la quale i prezzi delle valute rispondano a dei principi che tendono a ripetersi regolarmente; l’abilità del trader consiste quindi nel identificare i segnali che consentono di scorgere tali tendenze, per poi intervenire di conseguenza nei mercati. Medie mobili, canali, bande di Bollinger, ritracciamenti di Fibonacci, sono alcuni degli strumenti di analisi tecnica utilizzati dai negoziatori con il Forex. Con questi, sarà possibile analizzare diversi parametri, come la volatilità del prezzo dei cross, il punto di rottura di un trend o i livelli di supporto e resistenza. La loro applicazione comporta generalmente l’uso di grafici, la cui visualizzazione potrà variare a seconda dell’orizzonte temporale definito, che potrà essere a breve, medio o lungo termine.

L’analisi fondamentale invece si basa sul principio secondo il quale le quotazioni degli asset valutari dipendano principalmente da fattori di natura macro-economica. È per questo che chi predilige questo approccio tende a monitorare con frequenza e a conferire grande rilevanza agli annunci provenienti dalla Banche Centrali, agli aggiornamenti circa il prodotto interno lordo delle economie dei vari paesi e al tasso di disoccupazione, solo per fare degli esempi. Sarebbero questi infatti gli aspetti che esercitano maggiore influenza sull’andamento dei prezzi valutari, che risponderebbero con veemenza ad eventi economici di tipo generale. É possibile comunque integrare i due tipi di analisi, al fine di individuare tempestivamente lo sviluppo di quelle tendenze sui mercati internazionali che interessano le valute mondiali.

In questa pagina abbiamo visto alcuni degli aspetti fondamentali che regolano la vita di un trader che fa investimenti finanziari sul forex. Ovviamente non siamo riusciti a trattare tutti gli argomenti e, propri per questo, rimandiamo alle pagine interne per i vari approfondimenti. Quello che vogliamo ricordare è che investire sul forex, così come su qualsiasi altro mercato finanziario, comporta dei rischi e la bravura del trader sta proprio nella gestione di tali rischi che deve essere sempre e comunque ponderata.

La prima regola di chi fa trading sul forex è quella di proteggere il capitale e di scindere il proprio reddito personale da quello destinato agli investimenti. Mai avere un unico conto, sempre dividere le due cose perchè solo in questo modo si potrà avere quella serenità e quella lucidità necessaria a investire sulle valute nel modo corretto.